Detrazioni fiscali casa 2019

Detrazioni fiscali casa 2019

Le detrazioni fiscali per interventi sulla casa del 2019 sono le più generose viste finora: la ristrutturazione con adeguamento sismico di una unità immobiliare riscaldata può ottenere una detrazione di 181.800,00 €! Leggi questo articolo e vedrai come fare.

Se non vuoi gettare soldi, prima di progettare l’intervento edilizio progetta la detrazione fiscale.

Valuta la capienza IRPEF del team che paga l’intervento

Le detrazioni fiscali casa 2019 consistono nel diminuire l’IRPEF che è dovuto: con la denuncia dei redditi avrai uno sconto sulle tasse pari alla rata di detrazione fiscale. Si tratta pertanto di soldi reali che non pagherai, o Ti vengono restituiti nel caso Tu li abbia già pagati in busta paga. Attenzione: se hai un IRPEF minore della rata perderai la parte che eccede il Tuo IRPEF. Ecco che un dato essenziale da conoscere prima di iniziare la progettazione dell’intervento edilizio è l’ammontare dell’IRPEF che paghi annualmente. Se non paghi tante tasse, non Ti scoraggiare: hanno diritto alla detrazione il proprietario, l’affittuario, il comodatario, il coniuge convivente, il partner more uxorio. Raggruppa il team che paga l’intervento e che poi andrà a detrarre prima di procedere con la progettazione dell’intervento edilizio!

Fai rientrare le spese in un intervento che abbia diritto alla detrazione fiscale

Gli interventi minori tipo la sostituzione delle piastrelle, la tinteggiatura delle pareti, l’acquisto dei mobili o degli elettrodomestici NON hanno diritto se fatti singolarmente.

Tuttavia, se li fai rientrare in un intervento più impegnativo, tipo la modifica di una parete, tutti gli interventi elencati hanno diritto alla detrazione: raggruppa gli interventi che hai intenzione di avviare, presenta la pratica edilizia e potrai ottenere la detrazione fiscale su tutte le spese, compreso l’acquisto dei mobili.

Gli interventi che rientrano nelle detrazioni fiscali casa 2019

Riportiamo qui alcuni interventi che beneficiano delle detrazioni fiscali casa 2019 limitatamente alle singole unità immobiliari: nel caso di condomini le detrazioni sono maggiori. E ricorda, anche una bifamigliare con alcune parti in comune può essere considerato un condominio!

Detrazioni fiscali casa 2019

Bonus ristrutturazioni

E’ il tipo di detrazione più vecchia. L’abbiamo seguita fin dalla sua nascita nel 1997. Doveva durare tre anni…. invece è ancora operativa. Questo ci fa ritenere che il beneficio potrà variare nel tempo in termini di percentuale, ma difficilmente verrà eliminato.

In sintesi possiamo affermare che possono accedere a questa detrazione gli interventi di ammodernamento della casa.

Ha un tetto massimo di spesa (compreso IVA) di € 96.000,00, per unità abitativa. La detrazione del 50% viene suddivisa in 10 rate annuali.

Sismabonus

E’ un tipo di detrazione recente. Beneficiano di questa detrazione gli interventi che prevedono il miglioramento della struttura. La detrazione è del 50% su € 96.000.00 per unità abitativa. Qualora prevedi un miglioramento sismico di due classi, la detrazione può arrivare all’80% della spesa.

Come detto sopra, verifica la capacità IRPEF! Questa detrazione deve venir suddivisa in 5 rate annuali e, pertanto, richiede una capienza IRPEF importante. Se non hai capienza IRPEF puoi negoziare la detrazione e cederla all’impresa esecutrice che Te la sconta direttamente in fattura. Ipotesi prevista per Legge che tuttavia è difficilmente attuabile in quanto non ci sono al momento molte imprese disposte ad aderire a questa novità.

Ecobonus

Rientrano tutti gli interventi di miglioramento energetico del fabbricato tra i quali la sostituzione delle finestre, rifacimento del tetto, esecuzione del cappotto, sostituzione della caldaia e altri. La detrazione, che varia dal 50% al 65%, viene suddivisa in dieci anni. Ha vari limiti: nel caso di riqualificazione totale la detrazione è di € 100.000,00.

Bonus Mobili

Il Bonus ristrutturazione Ti permette di accedere al Bonus Mobili con una detrazione del 50% per una spesa massima di 10.000,00 per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici.

In conclusione, l’intervento ipotizzato in premessa di una casa riscaldata che prevede:

  • la riqualificazione energetica (spesa € 153.846,15 e detrazione di € 100.000,00)
  • il miglioramento di due classi simiche: (spesa 96.000,00 e detrazione di € 76.800,00)
  • l’acquisto di mobili: (spesa 10.000,00 e detrazione di € 5.000,00)

con una spesa di € 259.846,15 ottiene un beneficio fiscale di 181.800,00 € pari al 70 % della spesa sostenuta!