Ecobonus per sostituzione caldaia con sconto in fattura

Ecobonus per sostituzione caldaia con sconto in fattura

E’ da mesi che se ne sente parlare, ora è realtà: anche a Belluno ci sono idraulici in grado di proporre l’Ecobonus per sostituzione caldaia con sconto in fattura.

Se hai intenzione di cambiare la caldaia, affrettati! Sembra ormai certo che l’Ecobonus verrà prorogato anche per l’anno prossimo, ma la possibilità di ottenere lo sconto immediato in fattura non si sa che fine farà.

In sintesi l’importo del beneficio fiscale, che va dal 50 al 65%, viene detratto direttamente dal conto in fattura e tu non lo pagherai. L’importo che è stato detratto verrà poi recuperato in 5 anni dall’installatore che ha fornito la caldaia ed ha accettato di effettuare lo sconto. Pertanto, pagata la fattura, tu hai già recuperato il beneficio fiscale. Non avrai adempimenti da compiere negli anni futuri o vincoli di acquisto con fornitori di combustibili o di energia elettrica.

Di seguito ti indico i lavori che possono beneficiare dell’Ecobonus per sostituzione della caldaia con sconto in fattura, quanto vale la detrazione e come fare per ottenerla. Vedrai, sarà facile!

Quali lavori possono beneficiare e quanto vale la detrazione

La detrazione vale il 50% per la sostituzione di impianto di climatizzazione invernale con caldaia a condensazione di classe energetica A.

La detrazione sale al 65% qualora, oltre ai lavori sopra citati, installi anche un sistema di termoregolazione evoluto.

La detrazione sale al 65% anche quando la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale avvenga con pompe di calore ad alta efficienza e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione realizzato.

Fai attenzione che non è incentivata la sostituzione di caldaie a condensazione con efficienza inferiore alla classe A.

Ti ricordo che il beneficio non riguarda solo la spesa della caldaia, ma anche la spesa dell’eventuale contestuale modifica dell’impianto di riscaldamento con impianto a pavimento, parete, soffitto, ecc.

Il limite massimo di detrazione è di € 30.000,00 per unità immobiliare.

Come fare per ottenere lo sconto

Prima di avviare i lavori chiedi ad un Tecnico se nel tuo caso serve o meno depositare la pratica edilizia. Questa verifica va effettuata perché l’incombenza della pratica edilizia dipende dalla tipologia di caldaia esistente e dal Comune dove sono da effettuare i lavori.

Trova un installatore che accetta di effettuare la detrazione dell’Ecobonus per sostituzione caldaia con sconto in fattura: l’applicazione dello sconto non è un obbligo di Legge ma è facoltà dell’installatore accettare o meno di effettuare la scontistica.

Eseguiti i lavori, paga all’installatore la fattura scontata. Per esempio, nel caso di detrazione del 50%, per un lavoro di 2.000,00 € (IVA compresa) vai a pagare 1.000,00 €.

L’unica incombenza che ti rimane è di comunicare all’Agenzia delle Entrate che hai ottenuto questo sconto.

Il modulo lo puoi scaricare qui (link). Trovi le istruzioni qui (link).

La comunicazione dovrà essere effettuata entro il 28 febbraio dell’anno successivo a quello di sostenimento delle spese che danno diritto alle detrazioni. Ti consiglio di inviare il modulo appena pagata la fattura, così non ti rimangono altre incombenze e non ci pensi più.

Le opzioni di invio della comunicazione sono le seguenti:

  • online, all’interno della propria area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate;
  • compilando e consegnando il modulo di comunicazione presso gli Uffici delle Entrate;
  • inviando il modulo compilato e sottoscritto con firma digitale oppure con firma autografa a mezzo PEC.

Se hai altri dubbi non esitare a contattarci. Possiamo seguirti per verificare se l’intervento che intendi effettuare ha diritto all’Ecobonus per sostituzione caldaia con sconto in fattura, per redigere l’eventuale pratica edilizia, nonché per l’invio della comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

Infine ti ricordo che anche la nostra attività beneficia della stessa detrazione e noi pratichiamo lo sconto in fattura.