Loris

Abitazione integrata con l’ambiente e con bassissimo consumo di energia per il suo utilizzo: queste le basi da cui siamo partiti per la progettazione della casa di Loris.

La mancanza di regole di dettaglio specifiche dello strumento attuativo urbanistico, per decadenza dello stesso, la presenza del vincolo Beni Ambientali, hanno portato alla progettazione di un edificio che si differenzia dalla tipologia locale e che ben si integra nell’ambiente. Progetto che trova la sua ispirazione da edifici simili visti nel Vorarlberg, vicino al Lago di Costanza.

  • E’ stata scelta una conformazione con tetto piano che limita la vista dell’edificio dalla viabilità pubblica a valle. La presenza del tetto giardino in copertura, integra perfettamente il costruito alla vista da monte.
  • La visuale migliore al piano superiore e la volontà di sfruttare l’energia solare hanno suggerito di distribuire la zona giorno al piano terra, con ampie vetrate verso sud,  e la zona notte al piano seminterrato. L’interrato, a monte, viene sfruttato per una generosa autorimessa.
  • L’involucro dell’edificio è stato studiato nel dettaglio al fine di ridurre al minimo i ponti termici. L’isolamento sotto la fondazione, l’involucro con struttura prefabbricata in legno, con parete ventilata, ed il generoso strato di isolante in copertura, hanno permesso di ottenere un edificio che necessità di meno di 10 KWh/mq all’anno. La Ventilazione Meccanica Controllata elimina le perdite di energia per ventilazione, mantiene la qualità dell’aria sia in termini di contenuto di anidride carbonica, di umidità e di odori. Il riscaldamento degli ambienti viene ottenuto medianti sistemi radianti distribuiti nel pavimento e nel soffitto. Il calore viene fornito da una pompa di calore, che sfrutta il fotovoltaico posto in copertura, rendendo l’edificio praticamente autonomo.
  • La struttura è formata da un telaio in acciaio, che ben si presta a resistere all’azione sismica. Le pareti di tamponamento sono prefabbricate in legno con formazione di intercapedine esterna ventilata. La tipologia adottata è meglio descritta alla news che trovate a questo link.
  • Negli interni si è deciso di adottare principalmente sistemi di illuminazione indiretta. Strisce led integrate nelle pareti e nei controsoffitti, generano gole e tagli di luce che illuminano gli ambienti in modo morbido e diffuso. Inoltre gli apparecchi regolabili consentono di scegliere il livello di luce a seconda delle preferenze e dell’ora della giornata.
    In diversi punti dell’abitazione si è ricorso a soluzioni di arredo su misura per valorizzare la particolarità degli spazi e per soddisfare le esigenze funzionali ed estetiche puntuali.